Questo sito web utilizza i cookies per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per ottenere maggiori informazioni sui cookies e per controllarne l'abilitazione consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo la navigazione acconsenti l'uso dei cookies.

Soluzioni impiantistiche e risparmio energetico per l’Hotel Torre Oliva

Un progetto di rifacimento dell’impianto di climatizzazione con un obiettivo: il risparmio energetico.
L’Hotel Torre Oliva si trova nella località marittima di Scario, nel comune di Policastro Bussentino (SA), vicino al parco nazionale del Cilento. La struttura era dotata di un vecchio impianto risalente agli anni Settanta, formato da due macchine idroniche, molto oneroso da un punto di vista energetico. Ridurre sensibilmente i costi di esercizio è diventata la prima necessità, insieme all’esigenza di rimodernare la struttura e fornire livelli di comfort soddisfacenti. Non è mai semplice intervenire su una struttura esistente. E’ importante sfruttare la struttura originaria dell’hotel, modificando il meno possibile per non snaturarla. Nello studio del progetto la soluzione ideale per la struttura è subito stato il sistema VRF a fluidi variabile SMMSi di Toshiba. Uno svantaggio della precedente tecnologia era proprio che non consentiva portate di refrigerante variabili a richiesta. Il sistema VRF, invece, permette di ridurre la quantità di energia necessaria per veicolare il vettore termico, così da utilizzare solo la quantità di fluido che serve  per realizzare il condizionamento dell’ambiente che lo richiede, modulando la portata di fluido refrigerante a seconda delle necessità. 
E’ stata quindi realizzata una struttura di 203 unità che serve le 160 camere e alcuni ambienti comuni della struttura alberghiera, con 14 circuiti indipendenti. Questi non sono connessi tra loro da un punto di vista idraulico ma l’utente li vede e li gestisce come fossero un unico sistema. L’interfaccia utente scelto è la tecnologia ILON di Toshiba. Inoltre l’impianto è collegato ad altri sistemi dell’hotel su cui è possibile intervenire in caso di necessità: per esempio, allo scattare dell’allarme antincendio, la ventilazione viene immediatamente arrestata.
Nella ristrutturazione dell’impianto i progettisti hanno sfruttato tutte le possibilità che Toshiba metteva a disposizione: dalle cassette distributive dell’aria da controsoffitto, usati per le aree comuni, alle canalizzate all’interno delle camere. La silenziosità delle macchine è senza dubbio uno dei vantaggi riscontrati, ben 2 dB in meno rispetto alle soluzioni medie. Il sistema VRF SMMSi risponde anche all’obiettivo del risparmio energetico, subito riscontrato al termine della prima stagione estiva.